Room A Seminars

10:30 am - 11:30 am

Break and Exhibition

11:30 am - 11:50 am

GMP Filtration Solutions for the Life Science Industry

The production of Active Pharmaceutical Ingredients and solid dosage/formulation, are regulated by normatives intended to reduce the risk of contamination by foreing particles and cross contamination. The filters applied in the production processes, dedicated to product recovery, present few risks in these terms. The presentation goes through the latest regulations applied on this field.

Speaker

11:50 am - 12:10 pm

Imaging Cleaved Tablets to Determine API Size and Distribution Metrics from Coatings and Particles

When formulating and deconstructing tablets, accurately determining API particle metrics, coating thicknesses, distribution, and polymorphic form is critical. With the majority of APIs having a particle size below 30 µm, producing this information requires high spatial resolution (down to 1 µm) and high chemical specificity so different polymorphic forms are revealed. Maintaining the integrity of particle and granule domains is hugely desirable to ensure subsequent statistics from analyses are representative of the contents. Naturally cleaving the tablet surface, which is not mechanically altered, via microtoming or milling, achieves this and drastically simplifies the sample preparation process.
Here we present a series of case studies, highlighting the benefit of generating chemical images (from Raman spectral data) with topographic and morphology information. This benefits the spatial resolution and therefore accuracy of metrics derived from chemical image analysis as well as enabling correlation between physical and chemical tablet properties. Collecting Raman data over a complex surface also enables the analysis of coatings and API distribution from uncoated tablets and high spatial resolution analysis of powders.
Examples will include:
• Multi-API chemical/morphological correlation
• Small API domain size cleaved tablet analysis
• Pre-formulation granule blend analysis
• Coating thickness and uniformity

Speaker

  • Andrew King Regional Sales Manager - Benelux - Renishaw Plc
12:10 pm - 12:30 pm

When Drug Meets Device

The increasing use of and interest in innovative combination products - products combining a drug, device, and/or biologic - is raising significant challenges both for regulators and the industries they regulate.
Using specific case studies, this talk will present the challenges that Toxikon has overcome in drug stability studies as well as well in material characterization of drug/device products from a practical, analytical and regulatory point of view.

Speaker

12:30 pm - 2:00 pm

Lunch Break and Exhibition

2:00 pm - 2:30 pm

Shortages of Medicines: Causes and Solutions

Speaker

2:30 pm - 3:00 pm

Boosting Manufacturing in Europe

Speaker

3:00 pm - 3:30 pm

Break and Exhibition

3:45 pm - 4:15 pm

Data Integrity – Delivering the Hearts and Minds

An integral part of delivering a successful Data Integrity Program is the Hearts and Minds of the staff.
The session will deliver real life experience of delivering successful DI culture from DI programs delivered in 2017. including;-
1) How to build them
2) How to deliver and monitor them
3) When to present them

Speaker

  • David Thompson Principal Consultant - Clarity Compliance Solutions Ltd
9:30 am - 9:50 am

Auditing API Suppliers in India

This presentation will broadly cover:

- Sharing audit observations (Indian API companies)
- Provide an insight into audit areas to focus on
- Tips on successfully conducting audits
- Focus on particular GMP areas such as transportation

Speaker

9:50 am - 10:10 am

Combinational Approach for Advanced Understanding of a Capsule Filling Process for Inhalation Application

Delivery of medicinal products through the lungs, via capsule based Dry Powder Inhaler devices represent one of the most rapidly expanding fields in pulmonary drug delivery. The precise filling of capsules with doses in the milligram-range needed for inhalation application relies on a well understood filling process. Among the several low-dose capsule filling systems currently available, the dosator principle plays an important role. One of the greatest challenges for successfully manufacturing high-quality low-dose inhalation products is dose uniformity. During a dosing step a combination of various stresses between the powder and the equipment material, results in more or less stable plugs which can be lifted by the nozzle to be filled into a capsule. The powder is kept in the dosator nozzle because of the formation of a stable arch at the outlet, which is dependent on powder characteristics and the vertical stresses which are transmitted through the powder bed. In order to understand the interplay between filling process and filling material a combinational approach, which comprises an in-depth analysis of the process based on experimental and in silico simulation studies was used: 1) To experimentally investigate the effect of different material properties and process parameters on the quality of the final product using a lab-scale, capsule filler; 2) In silico simulations via the Discrete Element Method to support experimentally obtained data and to be able to "look inside" the dosator nozzle. Modelling and simulation studies of the dosator capsule-filling process are rare and a deeper mechanistic understanding of the process is required. With this combined approach, process understanding and mechanistic modelling & simulation a systematic understanding, thus a further step towards a scientific qualification of dosator nozzles capsule filling can be achieved and will help improving the filling performance of challenging powders for DPI applications.

Speaker

10:30 am - 11:30 am

Break and Exhibition

11:30 am - 11:50 am

New IPEC Guidelines

Speaker

11:50 am - 12:10 pm

Excipient Functionality Related Characteristics

Speaker

  • Dr Liz Meehan Principal Scientist in Material Attributes and Product Performance - AstraZeneca
12:10 pm - 12:30 pm

Novel Excipients

Speaker

12:30 pm - 2:00 pm

Lunch Break and Exhibition

3:00 pm - 4:00 pm

Break and Exhibition

9:15 am - 4:00 pm

Moderatore delle sessioni dalle ore 09:20 – 10:30

9:20 am - 9:40 am

Aggiornamenti sulla “Safety Review” sul biossido di titanio (E171) dell’EFSA

Speaker

  • Alberto Genovesi Senior Technical Manager for Italy, Greece, Malta, Cyprus & Israel - Colorcon per IPEC Europe
9:40 am - 10:00 am

Guida e Modelli “Quality Agreement” di IPEC Federation

Speaker

10:00 am - 10:30 am

KEYNOTE: Le possibilità di utilizzo dei modelli in silico; Valorizzare e integrare le esperienze maturate in contesti regolatori differenti nell’ambito farmaceutico

Speaker

  • View full profile for Dr. Emilio BenfenatiDr. Emilio Benfenati Head of the Laboratory of Environmental Chemistry and Toxicology - ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI
10:30 am - 11:00 am

Break & Exhibition

11:00 am - 11:10 am

L’eccellenza della filiera farmaceutica italiana: sfide e opportunità – Introduzione ai lavori

Speaker

11:10 am - 11:30 am

La preparazione dei medicinali in farmacia: criticità relative alle materie prime

Speaker

  • Prof. Paola Minghetti Professore ordinario Tecnologia e legislazione farmaceutiche dell'Università degli studi Milano, Presidente SIFAP, Vicepresidente ADRITELF
11:30 am - 11:50 am

Valutare, qualificare e monitorare i fornitori di API

La produzione di un farmaco secondo le GMP prevede un insieme di controlli di qualità che ne assicurino la perfetta corrispondenza ai requisiti richiesti per la tipologia del prodotto stesso.

Oggi come oggi la perfetta complaince alle GMP prevede che i fornitori siano ispezionati regolarmente proprio per non lasciare alcuno spazio ad eventuali scostamenti dalla standardizzazione del buon livello di applicazione delle GMP.

Le Responsabilità sono condivise tra Responsabile Gestione del Sistema di Qualità, il Responsabile del Processo e dell’Ufficio acquisti.

I fornitori sono parte integrante del ciclo produttivo e organizzativo e pertanto devono essere selezionati accuratamente seguendo precise linee guida in modo di garantire la massima affidabilità.

 

Speaker

11:50 am - 12:10 pm

Controllo della supply chain: importazione, trasporto, distribuzione e controllo di sostanze attive

Il controllo della supply chain delle sostanze attive è indispensabile ai fini della garanzia di una produzione di qualità dei medicinali in accordo alle GMP e per assicurare la continuità delle forniture. La presentazione tratterà le seguenti tematiche nell’ambito del controllo della supply chain di sostanze attive:

IMPORTAZIONE: panoramica sulla normativa di riferimento (d.lgs. 219/2006 e s.m.i.: regime autorizzativo e registrativo). Differenti tipologie di importatori attualmente autorizzati/registrati da AIFA con esempi di atti di autorizzazione/registrazione (produttori di sostanze attive, produttori medicinali, Titolari AIC, officine di sola importazione).

TRASPORTO e DISTRIBUZIONE: Responsabilità degli attori coinvolti nella supply chain, qualifica dei fornitori.

Validazione delle condizioni di trasporto delle sostanze attive e definizione delle responsabilità in Quality Techical Agreement.

CONTROLLO ANALITICO: Responsabilità dell’esecuzione dei controlli analitici su sostanze attive importate in base alla tipologia di importatore.

A conclusione della presentazione verranno presentate alcune Q&A relative alle attività di importazione, ripartizione e distribuzione di sostanze attive.

 

Speaker

12:30 pm - 12:50 pm

Le buone pratiche di distribuzione: la qualità baluardo contro il crimine farmaceutico

Le nuove GDP dei medicinali ad uso umano e i Regolamenti europei sui dispositivi medici innalzano i livelli di qualità e tracciabilità dei processi anche in funzione della protezione della filiera legale contro i crimini farmaceutici (furti-rapine-contraffazione): il punto di vista degli operatori logistici di ASSORAM.

Speaker

12:50 pm - 1:10 pm

La filiera farmaceutica: una catena continua di qualità

Grazie alla riconosciuta qualità del prodotto e alle tecnologie impiegate, l’industria farmaceutica italiana ha saputo imporsi su mercati estremamente severi e controllati come quello americano, sottoposto alle rigorose regole dell’FDA, così come sul mercato europeo e quello giapponese. La qualità del prodotto è ottenuta grazie alle tecnologie utilizzate ed è garantita dalla stretta osservanza delle GMP (Good Manufacturing Practices) e GDP (Good Distribution Practice). Questa catena ininterrotta di qualità è la ricetta di questo successo. Nell'intervento saranno illustrati i principali standard di qualità applicati dai diversi soggetti della filiera.

Speaker

1:10 pm - 1:30 pm

L’eccellenza della filiera farmaceutica italiana: sfide e opportunità – Conclusioni

Speaker

1:30 pm - 2:30 pm

Lunch & Exhibition

2:25 pm - 4:00 pm

Moderatore delle sessioni dalle ore 14:30 – 15:30

Speaker

2:30 pm - 2:50 pm

Applicazione di metodi di analisi del rischio per la qualifica dei fornitori di eccipienti farmaceutici

La qualifica dei fornitori di eccipienti farmaceutici è un processo abbastanza critico: da un lato, le esigenze regolatorie diventano sempre più stringenti (allo scopo di innalzare il livello di qualità di questi prodotti, non sempre destinati esclusivamente all’industria farmaceutica); dall’altro, è necessario tener conto dei costi di gestione degli stessi, soprattutto in termini di risorse impiegate nei processi di ricerca e qualifica.

Un modo per poter contenere i costi e, al tempo stesso, garantire sicurezza e qualità, è quello di applicare adeguati metodi di analisi del rischio alla qualifica dei fornitori.

Affinché l’analisi del rischio sia efficace, è importante seguire precisi step:

  • identificazione dei rischi;
  • valutazione degli stessi;
  • definizione degli indici di priorità del rischio;
  • sviluppo di strategie di gestione del rischio e individuazione di opportune azioni che portino ad una mitigazione degli stessi.

Una volta identificati i fattori di rischio, in alcuni casi è possibile effettuare una valutazione già nel primo step di qualifica ovvero già dall’analisi della documentazione del fornitore in termini di informazioni sul prodotto, sul sito di produzione e sul produttore.

A seconda dell’indice di priorità di rischio, è possibile individuare il discrimine di accettabilità e portare avanti strategie vincenti di mitigazione.

Speaker

2:50 pm - 3:10 pm

Dalla progettazione allo sviluppo e commercializzazione di medical device; un caso pratico Controcyst

From the design to development and marketing of Medical Devices; a practical case Controcyst

 

Unmet medical need may seem an obvious concept, but there are a lot of factors and thoughts that go into determining this element; many scientists emphasized that starting talks with the FDA as early in the clinical process as possible is the best way to determine how to meet the needs of patients.

While all scientists had similar advice for how to hit on the next big thing, they had a variety of opinions on exactly what that area might be. They often take advantage of smart, biotech or artificial intelligence or machine learning advances. They look to improve quality, safety and reduce costs. But by far the factor that defines exceptional medicinal products is their ability to pinpoint an unmet need in the healthcare chain and respond with a solution that makes sense.

Interstitial cystitis is a chronic condition causing bladder pressure, bladder pain and sometimes pelvic pain. The pain ranges from mild discomfort to severe pain. The condition is a part of a spectrum of diseases known as painful bladder syndrome. Interstitial cystitis most often affects women and can have a long-lasting impact on quality of life. The exact cause of interstitial cystitis isn't known, but it's likely that many factors contribute. For instance, people with interstitial cystitis may also have a defect in the protective lining (epithelium) of the bladder. A leak in the epithelium may allow toxic substances in urine to irritate your bladder wall.

Although there's no cure, medications and other therapies may offer relief. Controcyst is a medical device consisting in a sterile solution for intra-bladder instillation this presentation describes how the product for this disease with unmet treatment has been projected and developed, trying to approach these activities in view of the new European regulation for medical devices.

Speaker

3:10 pm - 3:30 pm

ICH Q3D: ruolo del distributore di materie prime farmaceutiche

Nella presentazione dal titolo ICH Q3D: ruolo del distributore di materie prime farmaceutiche viene evidenziato il valore aggiunto del distributore di eccipienti in qualità di frequente intermediario culturale tra il produttore di materie prime farmaceutiche e il MAA. Trait d’union delle tre figure è la linea guida ICH guideline Q3D on elemental impurities in vigore dal 1 Giugno 2016 per le nuove MAA, nonché dal 1 Dicembre 2017 per tutte le MA registrate. Ad una breve descrizione della linea guida EMA/CHMP/ICH/353369/2013 giunta allo Step 5, segue una più dettagliata illustrazione del suo recepimento in Europa. A tale scopo vengono illustrati i punti salienti dell’Implementation Strategy of ICH Q3D Guideline (EMA/CHMP/QWP/115498/2017) e della più recente Implementation of ICH Q3D in the Certification Procedure (PA/PH/CEP (16) 23, 1R). Nel quadro della strategia di implementazione della linea guida Q3D viene ribadita l’importanza della collaborazione tra i fornitori di API ed eccipienti e il MA affinché quest’ultimo possa avere gli strumenti necessari per ottemperare alla normativa. Concetto quest’ultimo ampiamente riportato nel testo della normativa EMA/CHMP/ICH/353369/2013. In qualità di distributori e ripartitori di materie prime farmaceutiche viene condiviso l’impatto dell’entrata in vigore della normativa sulla categoria, nonché il lavoro costante di mediazione culturale nella supply chain degli eccipienti. Sentendosi parte attiva della rivoluzione culturale che da anni interessa gli eccipienti ACEF giornalmente mette in atto diverse azioni preventive in fase di qualifica produttori di eccipienti farmaceutici, verificando tra le altre la compliance alla linea guida ICH Q3D.

Obiettivi di apprendimento

1. Delineare il quadro normativo della linea guida ICH Q3D

2. Illustrare la strategia di implementazione della linea guida ICH Q3D in Europa

3. Comprendere il ruolo del distributore farmaceutico in qualità di intermediario culturale nella catena di fornitura

 

 

Speaker

3:30 pm - 4:15 pm

Break & Exhibition

4:15 pm - 4:45 pm

The digital transformation of the excipients industry – from information to supply chain

Speaker

4:45 pm - 5:30 pm

Networking Drinks

9:00 am - 4:00 pm

Moderatore delle sessioni

9:15 am - 10:15 am

La transizione digitale nel settore Farma in Italia: insights dagli AboutPharma Digital Award

In Italia, il settore healthcare in generale, e farmaceutico in particolare, è rimasto per molti anni ancorato a strumenti tipicamente analogici in tutti i suoi aspetti, dalla ricerca clinica all’ accesso al mercato, alla commercializzazione e distribuzione del farmaco, alla comunicazione dei messaggi chiave ai diversi interlocutori: medici, farmacisti, pazienti, payor e infine al monitoraggio delle terapie croniche e alla farmacovigilanza.

Negli ultimi 5-6 anni si sta assistendo tuttavia a una vertiginosa accelerazione del processo di digitalizzazione a tutti i livelli del mondo farmaceutico. I recenti cambiamenti nella normativa sulla comunicazione del farmaco, con una maggiore possibilità di utilizzare i social network per illustrare i benefit dei farmaci non sottoposti a obbligo di prescrizione, ha determinato una ulteriore, significativa accelerazione di questo processo. Gli Aboutpharma Digital Awards, arrivati quest’anno alla settima edizione, hanno rappresentato e rappresentano una opportunità unica, da un lato di fotografare questo processo e dall’altro di accompagnare, attraverso la condivisione di esperienze innovative e diversificate, l’evoluzione digitale del mondo farma in Italia.

Nel corso della presentazione verranno illustrati alcuni elementi emersi da un’analisi dell’evoluzione degli Awards e della tipologia di progetti presentati, rappresentativi degli innovativi approcci utilizzati dalle aziende farmaceutiche per rispondere a trend quali l’invecchiamento della popolazione, la riduzione della natalità, la crescita di modelli sanitari non più esclusivamente basati sul sistema sanitario nazionale, il deleterio impatto di una capillare misinformazione basata su fake news e, last but not least, l’utilizzo di tecnologie innovative, dalla realtà virtuale, alla intelligenza artificiale, all’analisi sempre più sofisticata dei big data e una sempre maggiore integrazione dei diversi strumenti per rispondere al meglio alla crescente domanda di salute da parte di cittadini, pazienti e caregiver sempre più informati  e esigenti.

Speakers

10:15 am - 11:30 am

Break & Exhibition

11:30 am - 11:50 am

Easy to have nice and tasty tablets, with Kerry technologies

Speaker

11:50 am - 12:10 pm

How to find individual therapy solutions and the role of precision medicine in value based healthcare

La medicina di precisione si occupa di personalizzare la prevenzione, la diagnosi e le cure in base al singolo paziente. Dato che ogni persona è diversa dall’altra, diverso sarà anche il modo in cui reagisce alla propria patologia, sia dal punto di vista fisico che psicologico.

La medicina personalizzata è definita la Medicina delle 4 P (personalizzata, preventiva, predittiva e partecipativa).

Le caratteristiche di ognuno di noi sono scritte nel proprio codice genetico, si potrà conoscere la propria storia, a quali malattie si è più suscettibili e quali siano i farmaci più adatti, consentendo ad ogni singolo individuo di avere accesso alle proprie informazioni mediche.

Questa è la traduzione di un’esperienza comune: le persone rispondono in maniera diversa allo stesso farmaco, sia per quanto riguarda l’efficacia della terapia che per gli effetti collaterali indesiderati.

Oggi la medicina di precisione si applica alle terapie oncologiche, in particolare attraverso l’identificazione di “bersagli” molecolari presenti sulle cellule tumorali che permettono alla malattia di svilupparsi: partendo da queste molecole mutate si sono costruiti farmaci specifici in grado di colpire i bersagli. In assenza di tali bersagli la somministrazione del farmaco sarebbe inutile e dannosa.

Le nuove tecnologie emergenti utilizzano test genetici poco invasivi per il paziente ed indirizzano il medico a scegliere il farmaco più adatto per ogni persona e di definire la dose di farmaco associata ad una maggiore efficacia, limitando il rischio di effetti collaterali indesiderati.

L’aspetto socio-economico della medicina di precisione è altrettanto importante, il compito delle aziende sarà quello di favorire la crescita globale della medicina di precisione, attraverso l’ideazione, la produzione di innovativi test di diagnostica molecolare e farmacogenetica, diventando un punto di riferimento per la tutela della salute concorrendo ad una razionalizzazione della spesa sanitaria con evidenti benefici per i cittadini senza riduzione nell’erogazione dei servizi.

Speaker

12:10 pm - 12:30 pm

Say good-bye to greasy and sticky topical medicines: Solutions and inspirations for sensorial topical formulation

It is widely recognised that patient adherence to topical drugs is low because of the complexity or inconvenience of the treatment regimen1 (difficult self- application, number of applications, time consumption, etc.). This leads to poor treatment efficacy in relation to cost.  Adherence has also been shown to be related to the properties of the formulation and can be increased by modifying the texture of a topical medicine and improving the sensorial experience of the patient.

Numerous surveys point to the same conclusions: the ideal topical product should be applied rapidly, with a minimum of applications per day, for a short period of time. It should be odor-free, non-sticky, invisible, comfortable, non-stinging and without adverse effects. Many of these factors can be addressed in formulation design and the use of excipients designed to deliver both high stability and gold standard texture.

In this presentation we will share know-how with the Making Pharmaceutical audience on the use of functional excipients to improve patient experience by optimize dosage form sensorial properties including texture, rub-in, absorption and after–feel and by reducing greasiness, stickiness and undesirable residues. Practical case studies will be given for formulating patient-friendly dosage forms including luxurious creams, refreshing emulgels and light foams with model drugs.

 

Speaker

12:30 pm - 2:00 pm

Lunch & Exhibition

2:00 pm - 2:20 pm

Making certainty: monitoraggio ambientale ininterrotto lungo la Cold Chain

In un contesto normativo sempre più articolato e sempre più indirizzato a uniformare l’assetto Regolatorio in conformità con le normative internazionali, il settore farmaceutico sta vivendo una rivoluzione digitale verso l’industria 4.0., al suo interno si aprono nuovi scenari e nuove esigenze così come interrogativi ai quali è necessario dare una risposta certa:

Come essere certi di avere sotto controllo il monitoraggio dei parametri ambientali dell’intero processo produttivo e distributivo del farmaco attraverso un unico sistema intelligente capace di rendere il lavoro quotidiano più efficiente e affidabile e che consenta di identificare anche i punti critici lungo tutta la filiera?

Come garantire elevati standard qualitativi nella produzione, nello stoccaggio e nel trasporto del farmaco in modo efficiente e veloce?

In qualità di produttore farmaceutico o come parte della filiera distributiva, è necessario accertarsi in ogni momento che la qualità e l’integrità dei prodotti siano garantite in termini di sicurezza ed efficacia.

Testo si propone di far sì che si possano registrare, analizzare i dati, ottimizzando i processi in maniera efficiente, sicura, rapida e conforme alle normative con un solo sistema.

Speaker

2:20 pm - 2:40 pm

Use of Peptones as key Nitrogen nutrients in bacterial fermentation and cell culture media

Uso dei Peptoni come fonte di azoto nella fermentazione batterica e nei terreni di coltura cellulare

Speaker

2:40 pm - 3:00 pm

The importance of Surface Area in Pharmaceuticals

Surface area measurements, specifically according to the B.E.T. method, are part of the pharmaceutical industry but have been adopted sparsely, yet. The presentation will focus on the modern methodologies explaining what can be deduced from the B.E.T. data

Speaker

3:00 pm - 3:20 pm

Gestione e impatto di un processo decisionale: nuovi strumenti di risk assessment nel management delle officine farmaceutiche

Gli attuali processi di produzione del farmaco sono ormai diventati sempre più complessi, includendo automatismi e strutture digitalizzate.

In simili contesti, resta tuttavia fondamentale l’impatto che esercitano su di essi i meccanismi decisionali legati all’elaborazione di un singolo o di più individui. Tra questi, ve ne sono diversi che aprono, conducono, o chiudono procedimenti (quali deviazioni, cambiamenti, definizione degli user requirements) considerati rilevanti in termini di sicurezza ed efficacia del farmaco, efficienza delle risorse, impatti energetici e ambientali.

Questo studio presenta un modello di analisi dei processi decisionali, sviluppato mediante integrazione dei sistemi di Decision Making e Risk Assessment, quali il modello FMECA (Failure Mode Effects Critically Analysis) e CCC (Cause-consequence Chart Analysis). Grazie a tali modelli, è stato possibile analizzare alcuni processi decisionali all’interno di un’azienda di produzione di principi attivi, relativamente a specifici settori:

  • Produzione;
  • Controllo Qualità;
  • Assicurazione Qualità;
  • Risorse Umane.

La loro applicazione al processo decisionale lo rende maggiormente efficace, in quanto permette ai decision maker di accedere a informazioni che possiedono ma che sono inesplorate e, allo stesso tempo, di eliminare quelle che non apportano alcun valido contributo.

Inoltre, la valutazione delle conseguenze, degli aspetti critici e dei rischi, prevista dal modello, consente di:

  • elevare molte decisioni da un livello “satisficing” ad uno ottimale, generando in alcuni casi punti di innovazione;
  • condividere i meccanismi decisionali;
  • ripagare l’impegno profuso in termini di sicurezza ed efficacia del farmaco.

Speaker

3:20 pm - 4:00 pm

Exhibition